Top

Singapore, spettacolo Asiatico

Abbiamo lasciato alle spalle la nostra avventura a Bali e ci accingiamo a scoprire la nuova e ultima tappa del nostro sorprendente viaggio: Singapore.

Questa città stato è una delle più ricche del mondo e dopo il Principato di Monaco, ha raggiunto la più alta concentrazione di milionari.

Diciamo che può essere considerato un mix di ricchezza, eleganza ma anche tradizioni, perché il popolo è molto variegato con Cinesi, Malesi, Indiani e anche Europei.

Singapore è benestante ma anche molto pulita e sicura; un concentrato dello skyline di New York e la perfezione della Svizzera.

Andiamo alla scoperta di Singapore, una città unica!

COME ARRIVARE A SINGAPORE

Dall’aeroporto di Denpasar a Bali, siamo volati all’aeroporto di Singapore con viaggio di circa 3h.

Che sia una città speciale, lo capiamo subito dalla maestosità dell’aeroporto.

Semplicemente stratosferico, esclusivo e lussuoso, un aeroporto a 5 stelle.

A dire il vero, ogni aeroporto asiatico che abbiamo visitato ci ha sorpreso.

Per raggiungere il centro città abbiamo utilizzato un taxi che, non pensavamo, è economico.

DOVE DORMIRE A SINGAPORE

Vicino alla Marina Bay Sands, abbiamo prenotato al RedDoors@Aljiunied.

Per i costi che ci sono a Singapore, questo hotel ha un ottimo rapporto qualità prezzo.

La camera è un po’ piccola ma funzionale

 

Singapore

Una città

la cui unica funzione, per quanto ci pensi,

è lo shopping

David Dale

 

1 GIORNO: MARINA BAY SANDS E GARDENS BY THE BAY

Il tempo di giungere in hotel, posare i bagagli e partiamo alla scoperta di questa grande città.

Come prima meta andiamo ad ammirare la Marina Bay Sands, stupefacente opera dell’uomo formata da tre torri che sostengono una struttura a forma di nave.

Questa meraviglia è situata all’interno della Marina Bay, dove si svolge il gran premio notturno di F1 e gira la ruota panoramica tra le più alte del mondo, Singapore Flyer.

La baia è contornata da una strada pedonale molto ampia e pulitissima; dalla parte opposta della Marina Bay Sands, c’è il simbolo della città, Il Merlion, una statua con la testa di leone e il corpo di pesce, da cui esce un getto d’acqua che si riversa nella baia.

All’interno di Marina Bay Sands c’è un hotel di lusso, ristoranti esclusivi, negozi, boutique, casinò e una piscina a circa 200m di altezza, senza protezioni, a picco sullo slyline della città.

Ed è proprio lì che vogliamo andare.

A dire il vero nella piscina ci può andare solo chi alloggia in hotel, ma c’è un piano B: a fianco della piscina c’è un bar Cè la Vi che è possibile raggiungere da tutti.

C’è un biglietto d’entrata associato ad una consumazione.

Quindi acquistiamo i biglietti (all’incirca 10€ a testa per una birra media Stella Artois, più la consumazione costa e più si aggiungono soldi) e raggiungiamo l’ascensore che in pochi secondi ci porta al piano del bar.

Mamma mia che incredibile visione: da un lato una piscina a picco sulla città, dall’altro un open bar molto esclusivo.

Accogliamo la sera sorseggiando un aperitivo a 200m d’altezza, spettacolo!

Riprendiamo l’ascensore e torniamo al piano terra per andare a vedere un’attrazione incredibile: Il Gardens by the Bay.

Questa città è soprannominata la “città giardino” grazie soprattutto a questa zona bonificata

La cosa sorprendente è la Supertrees Grove, una foresta di alberi di 50m di acciaio e cemento sui quali si sviluppano giardini verticali di piante e fiori.

La sera alle 20 e alle 21 le strutture vengono utilizzate per spettacoli di luci e musica creando atmosfere surreali.

E’ possibile tramite la OCBC, una passerella, camminare tra i vari alberi che regalano panorami mozzafiato.

Oltre a queste piante giganti, troviamo due serre, le più grandi del mondo, Il Flower Dome e la Cloud Forest, comprese di cascate artificiali e foreste pluviali.

Un fac similie di queste piante è stata costruita all’ingresso di Expo Milano soprannominata la pianta della vita.

Andiamo a coricarci felici, i nostri occhi hanno ammirato cose stupefacenti!

2 GIORNO: LITTLE INDIA E QUARTIERE ARABO

Eccoci alzati per il nostro secondo giorno a Singapore.

Questa città non ha solo mega palazzi, hotel 5 stelle e boutique di lusso, ci sono angoli molto caratteristici, in cui non si hanno tracce di grattacieli o lusso sfrenato.

Ci concentriamo quindi sul quartiere “Little India”, sorprendentemente incantevole: case colorate, murales sulle facciate e locali tradizionali indiani ci fanno sentire da un’altra parte del mondo.

E’ mattina presto e i locali sono ancora chiusi, ben per noi che ne approfittiamo per scattare foto in assoluta tranquillità.

Percorriamo le stradine del quartiere e incontriamo uomini indaffarati a scaricare merci varie.

Nel quartiere Arabo, sorge anche la Moschea del Sultano, visibile da lontano grazie alla sua cupola tondeggiante color oro.

Questi luoghi hanno un’atmosfera speciale, hanno l’aria di essere un enorme e variopinto puzzle, dove ogni cosa o casa assume un fascino particolare.

DOVE MANGIARE A SINGAPORE

Ora abbiamo fame e ci dirigiamo a Chinatown per pranzare in uno street food con una stella Michelin.

Avete sentito bene, Liaofanhawkerchan è uno street food stellato e il cibo è davvero ottimo.

Per l’occasione abbiamo provato il Soya Sauce Chicken Noodle che è un piatto a base di noddles e pollo.

CHINATOWN

Con la pancia piena passeggiamo per raggiungere China Town: tra le decine e decine di bancarelle vediamo ogni tipo di merce tra cui, quella più curiosa che ha colpito i nostri occhi, un’ unguento a base di tigre!

E nel bel mezzo della Pagoda Street, la strada più affollata e completamente pedonale, ci imbattiamo nel Buddha Tooth Relic Temple.

Questo famoso tempio buddista è formato da 4 piani e al piano terra, c’è una stanza con migliaia di statue di Buddha, una diversa dall’altra, molto coreografico.

E il tempio accoglie una reliquia molto importante: il dente del Buddha(da cui deriva il nome del tempio).

Sono luoghi molto interessanti da visitare, racchiudono atmosfere sacrali e regalano serenità.

Riprendiamo la nostra visita ed ora andiamo nella via dello shopping, di lusso.

La Ochard Road è una strada lunga circa 2Km, in cui ci sono le boutique tra le più esclusive del mondo.

Siamo ai primi di Novembre ed hanno allestito già per il Natale, con festoni e sontuosi addobbi.

Ragazzi, che sfarzo e che città!

Siamo alla fine della nostra avventura in terra Asiatica, torniamo in Italia con una certezza: La Malesia, l’Indonesia e Singapore ci hanno rapito il cuore.

Alla Prossima avventura…

“Entrata colorata”

“Che amici simpatici, Goozy!”

SINGAPORE IN NUMERI

Se New York è la Grande Mela, rossa Singapore è una Grande Mela Gialla. Voto10

Mezzi pubblici e taxi economici e puntuali. Voto9

Indubbio che la città è molto cara, ma ci sono quartieri alla portata di tutti comprese famiglie. Voto8

Attrazioni incredibili, futuristiche. Voto10

Singapore è un hotel lussuoso: Dubai ha la vela con 7 stelle, qui c’è una splendida nave che ne merita almeno 8.

post a comment